Il Caboto al Festival della Parola...in tante lingue

paroleUn'esperienza davvero interessante quest'anno accompagnare alunni del diurno e della casa di reclusione nella preparazione di poesie, frasi e proverbi per poi registrarli a Radio Aldebaran.

Senza dubbio emozionante ascoltare la lettura di testi poetici molto profondi da parte dei detenuti, alunni della nostra scuola, che hanno registrato con passione ed entusiasmo i loro versi.

Molto emozionati le alunne e gli alunni di ogni classe ed indirizzo del nostro istituto, che hanno preparato testi nella loro lingua d'origine e, con tanta ansia, ma anche passione, hanno registrato a Radio Aldebaran martedi e mercoledi per poi riascoltarsi durante i tre giorni del Festival della Parola a Radio Agorà.

Grazie a tutti davvero per le emozioni che mi avete trasmesso mentre, un po' preoccupati, ma felici, con cuffiette e microfono avete recitato le vostre PAROLE!

Grazie Salvo!

Prof.sse Valeria Ghiorsi e Patrizia Diliberto

Paperino in visita al Caboto

il fumetto disegnatoContinuano gli incontri degli studenti del grafico del Caboto di Chiavari con i disegnatori professionisti.

Martedì 29 Maggio, gli studenti della II D e della IV D incontreranno il fumettista Francesco d'Ippolito grazie all'iniziativa della docente Sofia Fattore.

Francesco d'Ippolito, genovese, annovera fra i suoi maestri Giovan Battista Carpi e Andrea Freccero. Sceneggiatore e disegnatore, è specializzato nelle storie dell'Universo dei paperi e, in particolare, ha disegnato molti episodi della Saga di Double Duck, serie di storie a fumetti di genere spionistico incentrata sull'omonimo protagonista, Collaboratore della Disney Italia, ha visto la prima pubblicazione nel 2002 con la storia "Qui, Quo, Qua e l'oro metropolitano". E', inoltre, il creatore, sempre nella serie di Double Duck, di personaggi come Falcor, Gizmo, Jay J ed Arianna Adelaide Konnery.

Il fumettista ha spiegato ai ragazzi come si disegna un fumetto di Paperino, utilizzando le lettere dell'alfabeto: la O per il viso e gli occhi, la S e la U per le diverse curve della bocca, la C per le guance, la B per il cappello, la V per la gola. Gli studenti hanno così provato a fare due disegni seguendo le sue indicazioni.

"E' molto importante, per una scuola, che gli studenti incontrino i professionisti per apprendere la dura fatica della produzione grafica ma, anche, consigli pratici per stimolare una propria creatività, qualità indispensabile per la professione del loro domani", ha affermato il dirigente scolastico, prof. Glauco Berrettoni, accogliendo nel nostro istituto d'Ippolito.

Prof.ssa Patrizia Diliberto con Federica Scavo della II D

Il Caboto alle giornate dell'Intercultura a Lavagna: una scuola per l'inclusione

alcuni momenti della giornata del cabotol nostro istituto ha dato la propria disponibilità a collaborare per la riuscita delle giornate dell'Intercultura che si sono svolte a Lavagna il 24 e 25 maggio 2018.

Diversi allievi, coordinati dalla prof.ssa Valeria Ghiorsi, hanno lavorato per due giorni instancabilmente: giovedì 24 alcuni nostri allievi – Federico Scipioni, Cesare Focacci e Alessandra Casamassima di V B e Sara Botros e Lucia Campanella di II B – hanno allestito il service della giornata, occupandosi di tutta la parte tecnologica legata all'audio e alla musica.

Il venerdì, gli alunni, oltrea a seguire l'aspetto tecnologico, hanno fornito il loro prezioso aiuto al percorso itinerante, allestendo gli stand, accogliendo i bambini e fornendo supporto agli insegnanti delle scuole coinvolte.

Julie Montano di V A ha presentato alcuni eventi:

  • il rap dal titolo Poeti estinti di Mattia Reggioni (II D) e il gruppo ZonaGe
  • la canzone I'm yours di Dana Rissetto (V A)
  • i palleggi al ritmo di Waka Waka e We are one fatti da alcuni alunni calciatori (Tommaso Alietti, Enrico Tarozzi, Emanuele Rolleri, Alessio Pasqualino di III B, Marco Spina e Nicolas Serra di V B) con il oinvolgimento di tutti i bambini presenti.

Grande novità in piazza Ravenna all'inizio della mattinata con la lettura da parte di alcuni alunni del diurno (Sara Contreras, Iuri Da Silva e Chiara Capra di V B) di alcuni testi poetici elaborati da alcuni detenuti della Casa di Reclusione di Chiavari, alunni del Caboto (Federico, Christian, Fulvio, Fabio e Carlo).

Prof.sse Valeria Ghiorsi e Patrizia Diliberto

Un video-racconto in pochi minuti: al Caboto primo e terzo posto

L'Istituto "G. Caboto" di Chiavari si è aggiudicato, quest'anno, il primo ed il terzo premio del Concorso indetto dal Rotary Club Chiavari Tigullio "Un video-racconto in pochi minuti".

Dodici video hanno partecipato al concorso, riservato alle scuole Superiori, di cui ben quattro inviati dal Caboto. La premiazione si è svolta, alla presenza del Sindaco di Chiavari Marco Di Capua e del Presidente del Rotary Chiavalli-Tigullio Luca Nanni, del Presidente della Società Economica Francesco Bruzzo e di altre autorità rotariane.

Il video vincitore, incentrato sulle problematiche della diversità e sulla necessità dell'inclusione, è stato Interaction, cui hanno lavorato gli studenti Fabiana Raffo della III D, David Cinefra, Nicola Bozzano e Gabriel Viganò, tutti della I D, coadiuvati dalle docenti Rossana Norcia e Maria Benedetta Falzetti con l'aiuto del prof. Daniele Secli. Il progetto ha visto la riproduzione in modellini di vari ambienti della scuola e la costruzione di sagome di alcuni docenti e alunni, cui si è dedicato in particolare Gabriel Viganò. Si tratta di un racconto in video del primo impatto di un alunno diversamente abile a scuola e dei rapporti di comunicazione e fiducia che progetti che si allontanino dalla tradizionale lezione in classe contribuiscono a creare.

Questa la motivazione dell'assegnazione del Premio: "Bello e soprattutto originale. Molto ben realizzato, anche se si tratta in gran parte di un montaggio, solo apparentemente semplice, di fotografie. Ottimo lavoro, dove viene evidenziato come, insieme, si possa costruire qualcosa di concreto al di là delle parole e solo con l'aiuto della fantasia e della creatività per abbattere il muro della diversità.".

Il terzo premio è stato vinto dal video Basta Razzismo, che ha visto impegnati Elisa Raggio, Sara Muzio, Romes Mawathage e Aniba Khoulud.

Al termine della Cerimonia, il Dirigente Scolastico del Caboto, Glauco Berrettoni, ha consegnato una targa ricordo della scuola al Presidente del Rotary Club Chiavari Tigullio Luca Nanni.

Per visualizzare i due video:

Interactions

Basta razzismo

 Dirigente Scolastico (prof. Glauco Berrettoni) e prof.ssa Patrizia Diliberto

La classe I D del Corso Tecnico Grafico a Portovenere

Martedì 22 maggio 2018 la classe I D del corso Tecnico Grafico si è recata a Portovenere, accompagnata dai prof.ssi Davide Borzonasca, Giusy Meddis e Renzo Ronconi.

Giornata meravigliosa che ha permesso agli studenti di conoscere uno dei luoghi patrimonio dell'umanità dell'UNESCO e l'area archeologica della villa romana del Varignano, incastonata nell'insenatura protetta de Le Grazie di Portovenere.

I ragazzi hanno potuto ammirare il borgo medievale, con le sue vie strette e le case arroccate sulla scogliera e la famosa Grotta di Byron, cala rocciosa ove il poeta inglese amava ritiriarsi in solitudine per trovare ispirazione poetica durante il suo soggiorno in questa zona avvenuto intorno al 1822. Si sono lasciati ammaliare da un gabbiano molto socievole che si è messo in posa ed ha permesso di farsi fotografare in diverse pose, hanno scoperto la flora e la fauna liguri.

A coronamento di questa visita d'istruzione saranno guidati dal prof. Ronconi a far propria la poesia di Eugenio Montale:

Portovenere

Là fuoresce il Tritone
dai fLutti che lambiscono
le soglie d'un cristiano
tempio, ed ogni ora prossima
è antica. Ogni dubbiezza
si conduce per mano
come una fanciulletta amica.
Là non è chi si guardi
o stia di sé in ascolto.
Quivi sei alle origini
e decidere è stolto:
ripartirai più tardi
per assumere un volto.

A questo link si può visualizzare il bellissimo video della giornata creato da Nicola Bozzano della I D.

Prof.ssa Patrizia Dilberto