Chiavari: precisazione sugli Artigianelli

Essendo pienamente convinti che un Liceo Linguistico a Chiavari sia un arricchimento per l'intero territorio del Tigullio Orientale e non entrando minimamente nel merito di quale Liceo se ne possa o debba far carico, apprendendo della prospettiva di un'allocazione della nuova scuola nella Palazzina Bancalari degli Artigianelli di Via Millo rimaniamo alquanto perplessi.

Gli Artigianelli, infatti, constano di un piano terra, di un primo piano e di un secondo piano: il terreno ed il primo sono interamente utilizzati dall'Ente di Formazione professionale "Forma" per la molteplicità dei suoi corsi; il secondo ed ultimo piano è interamente utilizzato dal Caboto quale succursale. Consta di nr. 5 Aule (3 del Corso Socio-Sanitario e due dei Servizi Commerciali), di un Laboratorio Informatico e di una Sala Professori. Non ci sono, pertanto, spazi liberi.

La Sede di Via Ghio, del resto, che ospita Servizi Commerciali, Socio-Sanitari ed Istituto Tecnico Grafico con relativi laboratori, è già totalmente occupata (non abbiamo nemmeno la palestra).

Si ricorda che il Caboto, negli ultimi anni non si è solo riconfermato all'avanguardia per l'inclusione delle disabilità, offrendo quindi un servizio utile per le famiglie e per gli studenti, ma ha saputo anche, grazie alla dedizione ed all'impegno di docenti e studenti, legarsi pienamente al territorio - non solo chiavarese- impegnandosi nella collaborazione non solo con il Comune ma anche con le varie realtà associative presenti con una presenza attiva e continua nei vari eventi proposti. Ci si augura che, alla fine di tutto, l'Istituto "G. Caboto" non risulti l'anello più debole della catena....

Il Dirigente Scolastico (prof. Glauco Berrettoni)