L'Istituto Caboto in visita aziendale alla Barazzoni di Invorio (Novara)

un momento della visita alla BarazzoniIl giorno 26 aprile i proff. Ghiorsi, De Bello, Barbieri (organizzatrice), Belli e Gifuni hanno accompagnato le classi III A, III B, IV A e IV B a questa interessante visita aziendale.

I signori Barazzoni hanno accolto la scolaresca con un'iniziale introduzione sulla storia di quest'azienda nata nel 1903 e che nel 1970, con la realizzazione del prodotto Tummy disegnato da Ennio Lucini, ha introdotto per prima il design nella realizzazione delle pentole e oggetti da cucina vincendo così numerosi riconoscimenti. Tra i più famosi designer che hanno collaborato strettamente con Barazzoni si possono citare Ennio Lucini, Ferdinand Alexander Porsche, Pininfarina, Mario Bellini e dal 2004 Claudio Bellini, Art Director dell'azienda piemontese.

Il percorso, successivamente, ha offerto l'opportunità di seguire l'iter di lavorazione dalla materia prima al confezionamento del prodotto (pentole e coperchi) alla distribuzione.

La gentilezza di coloro che ci hanno accompagnato in questo "viaggio" ha fatto sì che i ragazzi abbiano potuto toccare con mano ogni aspetto (amministrativo, produttivo, pubblicitario) della vita di un'azienda che vuole mantenere l'italianità del prodotto pur essendo sempre al passo con le più innovative tecnologie anche in ambito pubblicitario. Produrre in Italia, infatti, è una parte fondamentale della strategia produttiva del marchio, che assicura la possibilità di controllare i materiali in entrata, i processi produttivi e offrire quindi al consumatore finale un prodotto di design, di qualità e sicuro. Gli strumenti di cottura sono infatti oggetti che quotidianamente vengono a contatto con il cibo e quindi impattano in misura molto alta sulla salute del consumatore. Made in Italy è quindi qualità e tranquillità per il consumatore.

Dopo la visita, nonostante le condizioni meteo leggermenet avverse, come da programma abbiamo fatto uno splendido giro in battello all'Isola del Pescatore e all'Isola Bella, tra vicoletti davvero graziosi.

Prima di ripartire non poteva mancare una sosta allo spaccio Barazzoni per alcuni interessanti acquisti.

Una giornata davvero proficua sia per l'apprendimento sul campo di tanti concetti appresi sui banchi di scuola, sia per una piacevole socializzazione tra alunni di classi e sedi diverse e tra ragazzi e docenti, uno degli obiettivi importanti di ogni uscita didattica.

pro.fsse Valeria Ghiorsi e Patrizia Diliberto