Iscrizioni alle classi II, III, IV e V a.s. 2017-2018

Ai fini della regolarizzazione delle iscrizioni d'Ufficio alla classe successiva (L'ISCRIZIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA E' AVVENUTA D'UFFICIO SALVO ALTRA ESPLICITA RICHIESTA), si comunica quanto deliberato dal CONSIGLIO di ISTITUTO il 30.01.2017 con provvedimento n. 08 (conferma provvedimento anno precedente).

TASSE DOVUTE ALLO STATO A.S. 2017 2018 (OBBLIGATORIE E FISSATE DAL D.P.C.M. 18.05.1990):

DIURNO Iscrizione e Frequenza

  1. tassa governativa sul c/c 1016 così suddivisa:
    1. classi prime, seconde e terze esenti
    2. € 21,17 per gli alunni che si iscrivono alla classe 4^ (iscrizione € 6,04 e frequenza € 15,13)
    3. € 15,13 per gli alunni che si iscrivono alla classe 5^ (frequenza)

SERALE Iscrizione e Frequenza

b) tassa governativa sul c/c 1016 così suddivisa:

    1. € 21,17 per gli adulti che si iscrivono (iscrizione € 6,04 e frequenza € 15,13)
    2. € 15,13 per gli adulti che si iscrivono a classe successiva (frequenza)

ESAMI

c) tassa governativa sul c/c 1016 per così suddivisa:

1. € 12,09 tassa per esami di idoneità, maturità

2. € 15,13 tassa per il rilascio del diploma

Non sarà versato all'istituto alcun contributo di laboratorio da parte dei candidati esterni agli esami di Stato.

CONTRIBUTO LIBERALE IN FAVORE DELL' ISTITUTO A.S. 2017 2018

d) contributo liberale in favore dell' istituto sul c/c postale N. 1008438911, IBAN

I T 4 5 B 0 7 6 0 1 0 1 4 0 0 0 0 1 0 0 8 4 3 8 9 1 1

possibilmente € 90,00 (minimo € 50,00 per libretto/assicurazione/noleggi) per gli alunni che si iscrivono alla

classe 1^ - 2^ - 3^ - 4^ - 5^

Il contributo di istituto sarà utilizzato principalmente per l'ATTIVITA' SPESE GENERALI di FUNZIONAMENTO DIDATTICO e/o per attività progettuali ad uso degli studenti, quali materiali di consumo per il funzionamento dei laboratori multimediali, riviste e libri, stampati (in particolare rimborso spese sostenute per il libretto personale dello studente), spese telefoniche ad uso didattico per la realizzazione delle attività progettuali, interventi di manutenzione alle attrezzature didattiche in dotazione agli studenti, contratti di noleggio delle attrezzature dei laboratori multimediali, materiali e software per le esercitazione nei laboratori didattici, assicurazione infortuni e responsabilità civile (rimborso spese sostenute dall'istituto/assicurazione obbligatoria), potenziamento di arredi ed attrezzature scolastiche di laboratorio didattico, spese per partecipazioni ad eventi, anche sportivi, spese per specifici progetti del P.O.F. di interesse collettivo

ESONERO DALLE TASSE SCOLASTICHE ERARIALI (che non spetta, in ogni caso, agli alunni ripetenti).

1. Esonero per merito

2. Esonero per motivi economici

3. Esonero per appartenenza a speciali categorie di beneficiari.

Esonero per merito: è concesso agli alunni che, indipendentemente dalle loro condizioni economiche, abbiano conseguito una votazione non inferiore agli 8/10 di media negli scrutini finali delle classi di secondo grado. Nella media non deve computarsi il voto di ed. fisica mentre si computa il voto di condotta che non deve essere inferiore a 8/10.

L'esonero per merito non spetta in ogni caso né relativamente al pagamento della tassa diploma, né agli alunni ripetenti (salvo le ipotesi di comprovata infermità).

Esonero per motivi economici: è conseguibile qualora il reddito del nucleo familiare, prodottosi nell'anno solare precedente a quello in cui viene richiesto l'esonero, non sia superiore ai limiti di cui alla C.M. emanata annualmente. Nella determinazione del reddito familiare devono essere computati tutti i redditi prodotti dai componenti, anche quelli esenti da imposte o soggetti a ritenuta alla fonte o ad imposta sostitutiva se superiori a quanto previsto. Nel caso di studenti–lavoratori il reddito da prendere in considerazione sarà quello proprio dello studente, se lavoratore dipendente; in ogni altro caso si terrà conto del reddito complessivo dei familiari obbligati al mantenimento (art. 433 codice civile).

Esonero per appartenenza a speciali categorie di beneficiari:

a) Orfani di guerra, di caduti per la lotta di liberazione, di civili caduti per fatti di guerra, di caduti per causa di servizio e di lavoro,

b) Figli di mutilati o di invalidi per i motivi sopraindicati,

c) Mutilati o invalidi per i motivi sopraindicati,

d) Ciechi civili,

e) Studenti stranieri, limitatamente alla frequenza delle classi successive alla terza, solo in presenza di condizioni di reciprocità,

f) Studenti stranieri e figli di cittadini italiani residente all'estero che compiono i loro studi in Italia.

Ai fini della dispensa per motivi economici o per appartenenza a categorie speciali é, comunque, condizione essenziale il voto in condotta non inferiore ad otto decimi (T.U., art,200, c.9).

I benefici previsti sono persi dagli alunni che incorrano nella punizione disciplinare della sospensione superiore a 5 giorni od in punizioni disciplinari più gravi e sono sospesi per i ripetenti, tranne i casi di comprovata infermità. (T.U., art, 200, c.11)

I suddetti tre tipi di esonero valgono per tutte le tasse scolastiche erariali, ad eccezione della sola tassa di diploma. Per essa, infatti, non è consentita la concessione dell'esonero per motivi di merito. (vedi c. m. 15.05.1987, n. 146).

Con nota 23 febbraio 2017, prot. n. 1987 il MIUR comunica che i limiti massimi di reddito ai fini dell'esenzione dalle tasse scolastiche per l'anno scolastico 2017/2018 sono rivalutati in base al tasso d'inflazione programmato per il 2017 (pari allo 0,9%): per ogni approfondimento si rimanda alla circolare n. 146.

Le misure delle tasse scolastiche si riferiscono a:

 tassa di iscrizione (euro 6,04);

 tassa di frequenza (euro 15,13);

 tassa per esami di idoneità, integrativi, di licenza, di qualifica, di maturità e di abilitazione (euro 12,09);

 tassa di rilascio dei relativi diplomi (euro 15,13).

Le tasse erariali scolastiche sono dovute unicamente per il quarto e quinto anno degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado. La tassa di iscrizione deve considerarsi esigibile "una tantum" all'atto dell'iscrizione al quarto anno.

I genitori possono richiedere il modulo di esenzione dal pagamento delle tasse governative e presentarlo all'Istituto. Successivamente dovranno regolarizzare tale domanda presentando il modello ISEE relativo ai redditi percepiti nell'anno 2016.

Il versamento delle tasse erariali sul c/c 1016 dovrà essere effettuato a nome dell'alunno e come causale riportare sul retro del bollettino l'anno scolastico 2017/2018 e la classe a cui l'alunno accederà.

Il versamento del contributo liberale sul c/c 1008438911 dovrà indicare come causale: Contributo liberale IIS G. CABOTO A.S. 2017/2018 Alunno ..............................................

Tutte le attestazioni dei versamenti dovranno essere consegnate ai Coordinatori di classe che ne cureranno la consegna, a classe completa, in Segreteria Didattica entro e non oltre il 21 APRILE 2017.