Incontro con Paolo Ragusa alla Casa di Reclusione

paolo ragusapotere siimparare a dire noPer il secondo anno consecutivo Paolo Ragusa, autore dei libri "Imparare a dire no" e "Il potere del sì", ha incontrato i detenuti della Casa di Reclusione di Chiavari.

Ragusa è formatore, Counselor e mediatore di comunità, si occupa della progettazione, conduzione e monitoraggio di corsi di formazione per insegnanti, genitori, operatori socio-sanitari, dipendenti pubblici nell'ambito della gestione dei conflitti. Opera nell'area dell'aiuto nella gestione dei conflitti attraverso la pratica della mediazione e della Consulenza maieutica ed è dal 1998 vicepresidente e responsabile delle attività formative del CPP.

Durante gli ultimi due anni scolastici, la prof.ssa Ghiorsi ha analizzato con gli studenti della sezione dell'Istituto attiva presso la casa Circondariale di Chiavari le tematiche principali dei due testi relativi all'imparare a dire "no" e al potere del monosillabo "si" nelle ore di Tecniche della Comunicazione.
Lo scambio tra il relatore e gli ascoltatori è stato quindi ricco e proficuo e sono emersi in particolare i concetti di adeguamento ed adattamento.

In un contesto particolare come quello carcerario è importante cercare negli altri modi per interagire: dire "sì" è cercare l'altro e non si può non desiderare di "mettere del nostro" in ogni condizione e ovunque ci troviamo.

Allora il "sì" può davvero diventare, come ha sottolineato l'autore, "un eccellente antidoto al panico" e può rappresentare "la ricerca del senso di ciò che veramente si è" (Carl Rogers).

Il "sì" e il "no"contribuiscono entrambi nei contesti giusti e con le modalità più adeguate alla gestione di un buon conflitto, che garantisce sempre l'esistenza di una relazione.

Valeria Ghiorsi e Patrizia Diliberto