Un Caboto alternativo: l'educazione motoria a Scanzano Jonico


il gruppoContinua l'esperienza del Caboto per una diversa ed alternativa pratica delle Scienze Motorie, capace di esprimersi al fuori del luogo tradizionale della palestra, al fine di favorire le attività di crescita fisica e psicologica.

Gli studenti di Chiavari e Santa Margherita Ligure del corso Servizi Commerciali Turismo Accessibile e Sostenibile, grazie ai docenti Gabriele Ascione, Luca Carlassare e Stefania D'Alfonso, hanno potuto usufruire di una settimana di sport nel Villaggio Torre del Farò a Scanzano Jonico, in Basilicata, proposta da Beach-volley school e Federazione italiana pallavolo, dove erano presenti circa un migliaio di studenti provenienti da tutta Italia.

Il Villaggio è situato nei pressi del Lido del Comune, in pieno Metapontino, a ridosso dell'incontaminata pineta di Poliocoro - fra l'altro anche oasi WWF -, che lo separa dal mare e dalla splendida spiaggia di sabbia fine.

Leggi tutto: Un Caboto alternativo: l'educazione motoria a Scanzano Jonico

Sport en plein air


l'attività in spiaggiaTante le attività organizzate quest'anno dai nostri straordinari docenti di Scienze Motorie appena reduci dalla trasferta a Scanzano Ionico.

Il nostro istituto crede fortemente che lo sport in tutte le sue forme sia fondamentale attività di crescita e sperimenta da sempre attività all'aperto.

Oggi la classe 3^ A Servizi Commerciali Turismo Accessibile e Sostenibile accompagnati dalla prof.ssa Stefania D'Alfonso ha condotto la lezione nella spiaggia adiacente il porto turistico.

Sole, sport e tanto divertimento godendo dello splendido territorio che ci accoglie.

E come pubblico d'eccezione i passanti e i bambini che si sono fermati a fare compagnia.

Prof.sse Barbara Pagani e Patrizia Diliberto

Imparare ad imparare

un momento dell'evento

Venerdì 10 maggio 2019 si è concluso il progetto "Classi aperte" nel quale si sono cimentate alcune alunne delle classi prime.

Ambizioso progetto che, grazie alla prof.ssa Ilaria Rucco (docente di potenziamento dell'Istituto Caboto), ha permesso di ampliare le competenze informatiche delle allieve, che hanno imparato non soltanto a presentare le informazioni (power point, book creator, word, excel solo per citare alcuni strumenti utilizzati), ma soprattutto a selezionare criticamente il materiale presente in Rete e darne una rivisitazione personale.

Ogni partecipante ha scelto una città ed ha sviluppato in autonomia attorno ad essa un articolato percorso didattico collegato con tutte le discipline curricolari.

L'evento interno di presentazione è stato invece preparato e condotto da un'alunna del corso Servizi Commerciali Turismo Accessibile e Sostenibile che ha potuto cimentarsi con tutto il bagaglio culturale appreso quest'anno in campo turistico, dando prova di ottime capacità di relazione sociale e di conduzione di eventi (accoglienza, questionario gradimento e tanto altro).

Grande partecipazione ed interesse per i neo alunni del nostro istituto che hanno dimostrato impegno e interesse.

Complimenti per l'ottimo lavoro!

Prof.sse Barbara Pagani e Patrizia Diliberto

Crescita e forti emozioni per le alunne del Caboto iscritte al progetto FAMI "Danza"

danza in spiaggiaOggi si è concluso il progetto FAMI "La cultura attraverso la danza" con la registrazione di un video musicale sulle note del brano inedito della Prof.ssa Alessandra Alba: "Sole in tasca".

"Colgo l'occasione per ringraziare, il Dirigente scolastico Glauco Berrettoni, gli alunni, i docenti Alessandra Alba, Alessandro Zunino e Anna Maria Sanguineti, Valentina Piazza (fotografa) e le altre "speciali" presenze, che hanno partecipato e che mi hanno dato la possibilità di vivere ancora una volta la mia più grande passione: la danza.", commenta soddisfatta la nostra docente, Prof.ssa Giusy Meddis.

Prof.sse Giusy Meddis e Patrizia Diliberto

Week-end da leoni: il Caboto tra premi e soddisfazioni

premiazione di TarozziEnrico Tarozzi di IV B corso Servizi Commerciali, con il racconto "Il Muro della paura". conquista la Menzione d'Onore al Concorso di Audionarrativa bandito dall'Associazione Nazionale Ciechi ed Ipovedenti di Chiavari "Raccontami una storia" e premiato all'Auditorium di Chiavari da Salvo Agosta, Direttore di Radio Aldebaran.

ll concorso, voluto fortemente dalla Vice Presidente Regionale Cristina Minerva, ha come obiettivo quello di sensibilizzare i ragazzi sulle problematiche che caratterizzano il mondo di chi non vede.

In questo modo l'elaborato è stato giudicato da una competente giuria composta, tra gli altri, anche da Soci dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti sedi Chiavari: anche quest'anno, per partecipare, gli studenti hanno dovuto scrivere un racconto e poi registrarlo.

"Il Caboto è estremamente orgoglioso del risultato di Tarozzi che, coordinato dalla prof.ssa Valeria Ghiorsi, ha saputo conquistare una menzione così importante in un Concorso che vede la partecipazione di una moltitudine di scuole e d classi: questo, è significativo del fatto che il Caboto, nello specifico il corso aziendale,anche nell'espressione letteraria, è in grado di confrontarsi con ogni scuola di ordine e grado, nessuna esclusa", ha commentato il nostro dirigente scolastico, prof. Glauco Berrettoni.

Se Tarozzi si afferma a Chiavari, Adele Baldi, della 5^ D Tecnico-Grafico, afferra il secondo posto nel concorso per la realizzazione del Manifesto della 68^ Edizione della Sagra del Pesce di Camogli, "segno, ancora una volta, della professionalità acquisita dai nostri studenti e della loro capacità comunicativa", come ha puntualizzato il Dirigente.la locandina vincitrice 2° posto

Accanto a tutto ciò, la presenza di una ventina fra docenti e studenti alla Masterclass, gratuita, grazie al Nuovo Cinema Caboto, del Riviera International Film Festival di Sestri Levante, che hanno potuto godere dei preziosi suggerimenti di J. Miles Dale, coproduttore del film "La forma dell'acqua", vincitore del Leon d'Oro della 74° Mostra Internazionale d'Arte cinematografica di Venezia, che si è aggiudicato quattro Premi Oscar, vincendo per il miglior film, il migliore regista, la migliore scenografia e la migliore colonna sonora":

prof.ssa Patrizia Diliberto