Le classi prime in uscita al Santuario delle Grazie

i ragazzi alle grazieNella settimana dell'accoglienza le classi prime si sono recate al Santuario delle Grazie di Chiavari.

Le motivazioni di una tale scelta sono state molteplici: il desiderio che i gruppi classe approfondissero la loro conoscenza - molto importante per il percorso scolastico appena iniziato - la gioia di far conoscere loro un luogo del nostro territorio particolarmente bello e con una vista mozzafiato - innegabile - ma principalmente la volontà che gli alunni apprezzassero, celato nella piccola chiesa, il Giudizio Universale di Luca Cambiaso.

Il dipinto di un giovane uomo di 23 anni che, assieme a suo padre, realizza una delle sue prime opere, e che poi, trovata la sua strada e la sua originalità espressiva, fa il grande balzo e arriva fino alla corte di Spagna, giungendo ad affrescare la cappella dell'Escorial. Simbolo di quanto i docenti vogliono augurare agli allievi: di trovare le proprie strade e la propria originalità, all'inizio del percorso al Caboto.

proff. Renzo Ronconi e Patrizia Diliberto

Pubblicato calendario sessioni esami ECDL a.s. 2018-2019

Nella sezione ECDL del nostro sito è stato pubblicato il calendario delle sessioni degli esami ECDL.

Leggi qui

Orario provvisorio Sportello Ufficio Didattica/Protocollo

Da lunedì 24 settembre 2018, l'Ufficio Didattica/Protocollo svolgerà il seguente orario provvisorio:

dalle ore 07:30 alle ore 08:30 e

dalle ore 13:00 alle ore 14:00

dal lunedì al venerdì

E' prevista un'apertura pomeridiana per il corso serale.

 

Calzature e infibulazione: il Caboto vince ad Assocalzaturifici

manifestoE' possibile coniugare la calzatura femminile con la denuncia dell'infibulazione praticata in varie parti del mondo? Sì ed è quello che hanno realizzato gli studenti della IV D Grafici dell'Istituto "G. Caboto" di Chiavari.

Al Concorso Assocalzaturifici "Africa-In cammino verso il futuro", realizzato in collaborazione con il Miur, gli studenti del Caboto sono stati premiati per aver saputo coniugare creatività e consapevolezza sociale nell'affrontare lo spinoso probema dell'infibulazione, cioè di quella pratica che consiste nella mutilazione dei genitali femminili, in opere grafiche realizzate con la supervisione dei docenti Sabrina D'Isanto, Alessandra Iudica e Daniele Secli.

Le opere sono state esposte all'interno di MICAM, Salone Internazionale leader del settore calzaturiero all'interno della Fiera di Milano e la premiazione, consistenze in 2500 euro alla classe, è stata officiata da Joe Squillo, cantautrice e presentarice televisiva, in una densa e animata cerimonia con la presenza dei vincitori dei vari ordini di scuola

"E' un orgoglio per il Caboto aver vinto, per il secondo anno consecutivo il concorso di Assocalzaturifici ma, soprattutto è un orgoglio che i ragazzi abbiano saputo inserire una tematica umana e sociale come quella della mutilazione feminile in un tema solo apparentemente frivolo come quello della calzatura. Del resto non è la prima volta che il Caboto si impegna sul tema tragicamente attuale della violenza sulle donne. Bravi gli studenti ma anche bravi i docenti che hanno sacrificato tempo ed energie anche al di fuori dell'orario scolastico per la realizzazione delle opere.

Il manifesto del Assocalzaturifici recitava 'Il mondo è pieno di impronte. Lascia anche la tua': il Caboto, nel suo piccolo, ha fatto la sua parte e ha lasciato la propria impronta. Con il denaro vinto dalla classe, la scuola sta progettando un viaggio di istruzione cui far partecipare gli studenti vincitori: ma adesso al lavoro per la ventesima edizione del concorso che sarà 'Il riciclo calza bene'.", ha commentato il nostro Dirigente Scolastico, prof. Glauco Berrettoni.

Prof.ssa Patrizia Diliberto

Attività sportive nella settimana dell’accoglienza delle classi prime

un momento del gioco nel parcoLe classi 1^ B e 1^ D, martedì 18 settembre, e le classi 1^ A e 1^ C, mercoledì 19, si sono recate a piedi al Parco Tigullio di Lavagna per un'attività ludico-sportiva propedeutica alla conoscenza reciproca.

Tra giochi con il pallone, palline da tennis, frisbee e badminton, gli studenti hanno iniziato a conoscersi e a socializzare, ponendo le basi per un buon inizio di percorso.

Prof.ssa Patrizia Diliberto