Il Caboto incontra Novalia

il gruppo del grafico a novaliaSabato 14 Aprile, gli studenti della 3^. 4^ e 5^ D del corso Tecnico-Grafico, accompagnati dal Dirigente Scolastico Glauco Berrettoni e dai docenti proff. Alessandra Vano, Alessandra Iudica e Federico Notarnicola, si sono recati all'Open Day di "Novalia Day" in Palazzo Taffini, a Savignano (CN).

Savignano è sede di un'importante Scuola Grafica, la "Libera Accademia d'Arte Novalia", con docenti che spaziano nelle varie branche del settore, quali, ad esempio, Emanuele Abate - Logo & Identity Designer -, Massimo Lazzarato - Founder di Sinapsy Design -, Valerio Vacchetta - referente di indirizzo -, Paolo Zaniboni - autore di tavole di Diabolik - Roberta Angaramo -Illustratrice per l'Infanzia - ed Emanuele Caruso - Regista ed esperto di Fotografia -.

Novalia nasce nel 1992 come Scuola d'Arte e si pone, quale Accademia di Alta Formazione, con l'intento di creare un'élite in grado di crescere a diretto contatto con i professionisti sapendosi confrontare, soprattutto durante l'ultimo anno, con la realtà del mondo artistico professionale, quali editor e galleristi nazionali ed internazionali.

L'incontro, patrocinato dall'Accademia, intende coinvolgere i giovani studenti alle prese con il post-diploma, in una scuola - connubio fra l'antica bottega di pittura rinascimentale e le estreme forme di contemporaneità figurativa - capace di dare ai giovani degli sbocchi professionali concreti ed autentici.

Il Dirigente Scolastico, prof. Glauco Berrettoni

Concorso di poesia "Giovanni Caboto" - 1^ edizione

In occasione del Festival della Parola che quest'anno ha come titolo "Dall'Agorà dell'antica Grecia alla piazza virtuale della Rete", che si terrà a Chiavari dal 31 Maggio al 3 Giugno, l'Istituto "G. Caboto" lancia un concorso di poesia "G. Caboto" I edizione.

Il concorso non prevede limitazioni di età, è a tema libero con un massimo di 40 versi e prevede che ogni concorrente partecipi con una ed una sola poesia. La giuria è composta da nomi prestigiosi della cultura locale. E' prevista la premiazione del primo, secondo e terzo classificato ed i premi saranno targhe e/o coppe ricordo. La data ed il luogo della premiazione verranno tempestivamente comunicati.

"La nostra è e vuole essere una scommessa nel nome della cultura e dell'educazione al bello. Potrebbe sembrare strano, a prima vista, che un Istituto Tecnico e Professionale si lanci in un'avventura come quella di un concorso poetico ma, in omaggio al tema greco dell'Agorà proprio del Festival della Parola di quest'anno, abbiamo voluto ricordare il tempo in cui la tensione poetica non era appannaggio di ristrette cerchie di specialisti, ma sapeva invece coinvolgere e rendere partecipi i cittadini della Polis,indipendentemente dalla cultura di ciascuno. La poesia appartiene a tutti ed è in grado di parlare a tutti basta tendere l'orecchio ed imparare ad ascoltare. E' una scommessa che il Caboto intende lanciare a se stesso ed alla cittadinanza. Alea iacta est.", spiega il nostro Dirigente Scolastico, prof. Glauco Berrettoni.

Regolamento del concorso

Prof.ssa Patrizia Diliberto

Il Caboto di Santa Margherita Ligure a lezione di turismo

il montaggio della tenda in palestraGli studenti delle classi 3E e 4E della sede associata di Santa Margherita Ligure hanno partecipato a una serie di 5 incontri, tenuti da Francesco Carocci di EmotionalTours (guida turistica, specializzato in viaggi nel nord Europa) e dal collaboratore tecnico Simone Patrone, sui seguenti argomenti:

  • l'evoluzione della domanda turistica negli ultimi anni,
  • le figure professionali e le imprese che operano nel settore,
  • le competenze richieste a chi lavora in campo turistico,
  • l'organizzazione di un viaggio emozionale o viaggio avventura.

Nel corso dell'ultimo intervento gli esperti hanno presentato l'organizzazione di un viaggio in Islanda: non un comune viaggio, ma un viaggio che prevede spostamenti a mezzo di biciclette elettriche e il soggiorno in tenda. Tramite una spiegazione frontale dei preparativi e la visione di filmati in aula ed un'attività pratica in palestra di montaggio di una tenda e di prove tecniche con il drone, hanno tenuto una lezione molto istruttiva e coinvolgente su come si organizzano e si svolgono i viaggi avventura.

Gli alunni, che nelle lezioni di Tecniche Professionali dei Servizi Commerciali studiano il turismo, sono rimasti molto soddisfatti dell'attività svolta.

Proff. Laura Brizzolara, Luca Carlassare e Patrizia Diliberto

Area degli allegati

Il Caboto e l'operazione Mato Grosso

logo mato grossoMartedì 10 Aprile i volontari dell'Operazione Mato Grosso hanno incontrato gli studenti di 2^ e 3^ B nella succursale di Corso Millo, mentre giovedì giovedì 19 incontreranno gli alunni della sede centrale.

Scopo dell'incontro è far conoscere i progetti del movimento e invitare gli studenti a collaborare fattivamente alla raccolta di viveri che dal 28 aprile al 1° maggio si svolgerà, casa per casa, nelle città di Rapallo, Chiavari, Lavagna e Sestri Levante allo scopo di riempire un container di 250 mq di alimenti di prima necessità per le missioni "Operazione Mato Grosso" del Perù.

L'Operazione Mato Grosso è un movimento spontaneo ideato nel 1967 dal salesiano padre Ugo de Censi, caratterizzato dall'educazione di giovani volontari che, attraverso il lavoro, possono riscoprire valori fondamentali per la loro vita, come la fatica, la gratuità, la coerenza fra parole e vita.

"Il Caboto ha accolto con entusiasmo la proposta di collaborazione con gli studenti, in quanto l'Istituzione Scolastica non può prescindere né dal rapporto con il proprio territorio, né dalla sua vocazione all'educare e far riscoprire valori oggi troppo spesso dimenticati. Da non sottovalutare, inoltre, che all'impegno a favore delle popolazioni bisognose del Perù, si affianca contestualmente una raccolta di viveri destinati dal Banco Alimentare di solidarietà alle famiglie meno abbienti del nostro territorio.", spiega il Dirigente Scolastico, prof. Glauco Berrettoni.

Prof. Patrizia Diliberto

"Io sono libero": gli studenti del Caboto a colloquio sulle droghe con i Carabinieri

gruppo con i carabinieriLunedì 9 Aprile, gli studenti delle classi Quinte del "Caboto" di Chiavari hanno avuto un incontro dedicato con l'Arma dei Carabinieri. Il tema è stato quello del contrasto alle droghe. Relatore il Tenente Marco Polati, Comandante del Nucleo Operativo dei Carabinieri di Chiavari.

L'argomento è stato il problema-droghe visto nei vari aspetti, da quello sanitario, a quello psicologico a quello legislativo. L'aspetto importante da considerare è che non si è trattato della solita conferenza, ma di una chiacchierata con gli studenti che sono stati indotti ad interloquire col relatore, in un ambiente rigorosamente senza adulti, in modo da favorire la libertà di espressione dei giovani.

"Importante è che, accanto al doveroso aspetto repressivo si tenga sempre presente quello preventivo: in tal senso, è importante una stretta collaborazione fra Scuola e Forze dell'Ordine che permetta di far comprendere ai giovani i vari pericoli delle dipendenze, intese in senso lato, che minano l'equilibrio psico-fisico della persona.", ha affermato il nostro Dirigente Scolastico, prof. Glauco Berrettoni.

prof.ssa Patrizia Diliberto