Archivissima 2019: con Border Who il Caboto si piazza al secondo posto

il regista e gli attori principali col premioII Festival degli Archivi 2019, prestigiosa edizione che ha coinvolto 150 aderenti e le scuole di ogni Ordine e Grado di tutta Italia, ha premiato la fatica dell'Istituto Caboto di Chiavari, consegnandogli il secondo premio dell'edizione di Archivissima riservata alle scuole: il tema, quest'anno, era "Superare le barriere", e poteva essere svolto con video, foto e narrazioni.

Conformemente al proprio stile, i Grafici del Caboto di Chiavari hanno concorso con un video di 30 minuti ispirato alla celebre serie del Doctor Who, prodotta dalla BBC a partire dal 1963, che ha come protagonista un Signore del Tempo, chiamato semplicemente Il Dottore, che esplora l'universo a bordo del Tardis, una macchina senziente capace di viaggiare nello spazio e nel tempo, dalle sembianze di una cabina blu della polizia inglese.

Ispirandosi a questa serie che raccoglie migliaia di estimatori in tutto il mondo, Alessandro Zunino e Dario Debello hanno dato vita al video Border Who, realizzato con il contributo di Sabrina D'Isanto, Alessandra Vano e Renzo Ronconi, avente come protagonisti gli studenti della V D Erica Sessarego e Fabio Squillante.

Nel video, i due protagonisti sono scagliati dal 2019 nel 1941 nell'isola di Ventotene, in cui hanno modo di incontrare, al confino, Altiero Spinelli ed Ursula Hirschmann, al tempo della stesura di quel Manifesto di Ventotene che sarà poi alla base dell'ideologia europeista degli anni a venire. Dopo varie peregrinazioni negli della Guerra Civile, ricompariranno, ben più consapevoli, nella scuola dei nostri giorni.

Il video rientra nel Progetto Nuovo Cinema Caboto, che ha vinto il bando di concorso, indetto congiuntamente dai Ministeri dell'Istruzione (Miur) e dei Beni Culturali (Mibac CinemaScuolaLab) per gli anni 2018/2012: 50.000 euro di finanziamenti che permetteranno agli studenti di approfondire le tematiche culturali e professionali legate al mondo della cinematografia.

Il progetto vincitore, "Nuovo Cinema Caboto", il cui logo è stato realizzato da Nicla Chiarini della 4 D Grafici, vede, oltre al coinvolgimento di tutti gli insegnanti del Caboto, la direzione dei dei docenti Dario Debello e Renzo Ronconi, con il coordinamento del prof. Alessandro Zunino, fotografo e filmaker.

"Si è trattato di uno sforzo non indifferente, sia per la scuola che per gli sceneggiatori e gli attori: ricostruire il Tardis, procurarsi una Topolino d'epoca ed immergere gli studenti-attori nel clima dell'epoca è stato alla base della realizzazione del film. Ciò ha comunque contribuito ad un'immersione degli studenti nelle problematiche dell'epoca ma, anche, a far riflettere i docenti sulle possibilità offerte dal cinema per uno studio diverso e più attuale della storia. Il Caboto, a partire, da questo, si ripromette di sviluppare altri progetti che vadano in tale direzione".

Il Dirigente Scolastico, prof. Glauco Berrettoni

Si può visionare il cortometraggio al seguente link:

https://youtu.be/qECGLJDeRaI

Concorso di Scrittura "Cibo e Cultura"

L'Istituto di Istruzione Superiore "Giovanni Caboto" Chiavari e Santa Margherita Ligure in collaborazione con l'Accademia del Turismo di Lavagna bandisce un concorso di scrittura per RACCONTI BREVI e RICETTE a tema "Cibo e Cultura".

Il concorso si divide in due sezioni: la prima riguarda brevi racconti letterari, ed è dedicata sia a giovani che ad adulti, la seconda riguarda l'elaborazione di una ricetta ed è dedicata agli studenti delle scuole alberghiere.

Per leggere il regolamento e partecipare al concorso, seguire il seguente link: Regolamento Concorso Letterario

Prof.ssa Patrizia Diliberto

Caboto e Alfana concludono il percorso a favore del Gaslini


il Dirigente scolastico con il presidente del GasliniGiovedì 11 Aprile si è conclusa la Cerimonia di consegna dell'assegno di 1.000 €, somma ricavata dall'azione congiunta dell'Istituto Caboto di Chiavari e dell'Azienda Alfana di Donatella Inzerillo, tesa a sensibilizzare la cittadinanza alle problematiche dei bambini del Gaslini.

Tale sosmma, infatti, è stata ricavata dalla vendita dei manufatti realizzati dagli studenti dell'indirizzo Grafico, nella mostra Qui, Quo, Qua...dri, inserita in una delle esperienze di Alternanza Scuola-Lavoro attuate in collaborazione con Alfana, azienda di rilievo internazionale nella produzione di borse e pelletteria, attiva da quarant'anni sul nostro territorio.

All'interno dell'Alternanza, una novità è stata la creazione di una mostra: gli stagisti, provenienti dall'Istituto Caboto (indirizzo tecnico grafico), con diversi scarti di lavorazione delle borse, cuoio e vari tipi di pelle e stoffe hanno creato dei quadretti: a loro è stato chiesto a chi donare il ricavato e sono stati scelti i bambini dell'Ospedale Gaslini, per dare un aiuto concreto ai piccoli ammalati.

Leggi tutto: Caboto e Alfana concludono il percorso a favore del Gaslini

Attività di arrampicata con gli alunni di 3^ D del corso Tecnico Grafico del Caboto

i ragazzi prima di arrampicarsiGli obiettivi dell'educazione fisica scolastica non sono certamente quelli di far acquisire agli alunni particolari 

Per tutto ciò ci sono le società sportive e, dunque, chi vorrà ottenere tutto ciò si rivolgerà ad esse.

Il nostro compito a scuola è anche quello di mettere I ragazzi di fronte a determinati limiti, e con gradualità provare ad affrontarli e, magari, a superarli.

Chissà, magari, riuscendo a superare un ostacolo "fisico/materiale", come appunto durante le attività proposte a scuola, non si riesca anche ad affrontare e superare meglio I tanti limiti psicologici/mentali che la vita di tutti i giorni ci presenta.

Dato questo approccio alle ore di
scienze Motorie, agli alunni di III D è stata proposta l'attività di arrampicata che ha visto un'adesione entusiastica. I ragazzi sono tornati in classe stanchi, ma felici di aver provato uno sport nuovo e di essersi messi in gioco salendo lungo le pareti verticali della palestra dell'Acquarone.

Prof Gabriele Ascione e prof.ssa Patrizia Diliberto

Il Caboto si occupa del servizio accoglienza alla festa del Secolo XIX

I ragazzi, il preside e la ClericiAlla festa organizzata dal Secolo XIX al Grand Hotel Excelsior di Rapallo per celebrare i 60 anni dall'inizio delle pubblicazioni dell'edizione del Levante del quotidiano, alcuni nostri studenti sono stati scelti per organizzare il servizio di accoglienza degli ospiti, tra i quali, accanto a celebrità nazionali, vi era anche il nostro Dirigente Scolastico, prof. Glauco Berrettoni.

Per gli allievi è stata un'emozione venire a contatto con i personaggi celebri invitati alla festa, ma hanno saputo gestire la situazione con la grande professionalità che li contraddistingue.

Hanno anche avuto la possibilità di conoscere un hotel tra i più belli e ricchi di fascino del Tigullio, un'esperienza che è andata ad aumentare le loro competenze in campo turistico.

Prof.ssa Patrizia Diliberto