Cinque alunni del Caboto di Chiavari a Seravezza (LU) per la premiazione del concorso ”Sulle orme di Michelangelo”

la premiazioneVenerdì 17 novembre 2017: una giornata diversa per gli alunni del nostro istituto che si sono cimentati nel Concorso "Sulle orme di Michelangelo".

Lucia Campanella e Ciprian Turtureanu (2^ B) Yari Demartini (3^ B) Yuri Da Silva e Simone Fontana (5^ B), accompagnati dal D.S. Prof. Glauco Berrettoni e dalla prof.ssa Valeria Ghiorsi, sono stati invitati a Seravezza per ricevere i premi vinti partecipando al Concorso organizzato dall'Associazione Arte per amore con il patrocinio del Comune di Seravezza.

L'accoglienza è stata festosa e calorosa e i ragazzi hanno ricevuto una gift card da spendere presso un Mondadori Store, moltissimi libri che saranno catalogati e andranno ad arricchire la biblioteca scolastica, un diploma di merito e - per l'unica studentessa presente - una splendida rosa bianca.

Inoltre, dopo la premiazione nell'auditorium ricavato dalle antiche scuderie, è stata offerta una piacevolissima visita guidata al Palazzo Mediceo, residenza estiva della famiglia toscana.

I lavori degli alunni, che hanno partecipato per la sezione fotografica, pittorica e poetica sono stati esposti presso le scuderie.

Bravi ragazzi!!!

Un particolare ringraziamento a Barbara e Silvia per l'affettuosa e puntuale accoglienza!

prof.sse Valeria Ghiorsi e Patrizia Diliberto

Il Caboto alla ricerca di Van Gogh

locandina filmMartedì 14 novembre 2017, la classe V B dell'Istituto Caboto si è recata presso il teatro/cinema Cantero di Chiavari per la visione del film Loving Vincent, riservata alle scuole.

Il lungometraggio, poetico e seducente, nato dal connubio tra arte e tecnologia, ha offerto agli spettatori l'opportunità di conoscere in modo nuovo uno degli artisti più amati di sempre: ispirandosi al suo ultimo scritto, quello in cui annotava "Non possiamo che parlare con i nostri dipinti", Loving Vincent ha scelto di partire dalle parole dell'artista, lasciando che fossero proprio i quadri a raccontare la storia e l'opera del pittore olandese. Il film, infatti, è interamente dipinto su tela ed è stato realizzato da un team di 125 artisti, che hanno lavorato anni per arrivare a un risultato originale e di enorme impatto, rielaborando i dipinti del pittore e utilizzando migliaia di immagini create nel suo stile.

La trama narra le vicende successive al suicidio, attraverso la figura del figlio del postino, amico dell'artista, che diventa egli stesso protagonista della vicenda e fa conoscere allo spettatore l'appassionante vita, la straordinaria opera di Vincent van Gogh ed il suo intenso rapporto con il fratello Theo.

Attraverso le pennellate dell'artista, gli alunni, che studiano Storia dell'Arte, hanno ripercorso le fasi più importanti della sua biografia attraverso le varie esperienze personali che i personaggi secondari hanno vissuto con il pittore.

Il film è stato molto apprezzato dalla classe per la sua particolarità rispetto ad altre proiezioni viste in precedenza.

Alunni 5^ B, prof.sse Valeria Ghiorsi e Patrizia Diliberto

Cinque studenti del nostro istituto tra i vincitori del premio "Michelangelo Buonarroti"

Venerdì 17 novembre una piccola delegazione di nostri studenti, accompagnati dal dirigente scolastico prof. Glauco Berrettoni e dalla docente di Lettere, prof.ssa Valeria Ghiorsi, si recherà a Seravezza in provincia di Lucca per la premiazione del concorso internazionale "Michelangelo Buonarroti" indetto dall'Associazione Culturale Arte per Amore.

Il Concorso si pone l'obiettivo di scoprire e valorizzare nuovi talenti artistici ed è aperto agli artisti italiani e stranieri, provenienti da qualsiasi paese del mondo, professionisti e non professionisti, agli studenti, e a tutti coloro che desiderano esprimere la propria creatività senza limiti di età interpretando personalmente il concorso attraverso la propria sensibilità.

Cinque studenti del nostro istituto figurano tra i premiati. Ciprian Turtureanu e Lucia Campanella della II B, Yari De Martini della III B, Yuri Da Silva e Simone Fontana della V B. Si sono cimentati in diverse sezioni del concorso, ciascuno secondo la propria creatività, chi nella sezione fotograifca, chi nella pittorica, chi nella letteraria. 

Complimenti a tutti!

Prof.ssa Patrizia Dilibertologo premkio

Emergency: il Caboto in teleconferenza con Gino Strada. #laguerraèilmionemico

gino strada in teleconferenza

 

Giovedì 9 novembre 2017 al Cinema di Santa Margherita Ligure i ragazzi del triennio hanno partecipato alla teleconferenza organizzata dalla famosa ONG italiana per la pace e contro la guerra, evento nazionale rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, trasmesso in diretta satellitare in 110 cinema italiani.

Particolarmente interessanti gli interventi di Gino Strada, fondatore dell' associazione Emergency, che hanno stimolato spunti di riflessione da parte degli studenti di tutta Italia.

Toccante è stata l' esperienza del fotografo di guerra britannico Giles Duley, che, attraverso tre fotografie emblematiche ha evidenziato l'orrore dei feriti e dei mutilati di guerra, riuscendo a trasmettere la sua tragica esperienza vissuta sul campo.

La giornalista Camila Raznovich ha presentato poi Alaa Arsheed, che, scappato dalla Siria, grazie alla sua passione per la musica, ha aiutato i bambini a superare la drammatica quotidianità della guerra.

Oltre a questi interventi, hanno partecipato al dibattito la giornalista Francesca Mannocchi, Reporter di guerra, che ha sottolineato la difficoltà nel raccontare in modo veritiero gli orrori reali e infine la nuova presidentessa di Emergency, Rossella Miccio, che ha presentato l'associazione nelle sue svariate sfaccettature.

Le tematiche emerse che ci hanno colpito di più sono state sicuramente quelle relative alle conseguenze catastrofiche e irreversibili della guerra; è auspicabile che tutti i concetti emersi in questo dibattito possano avere un risconto concreto sul senso di responsabilità di tutti noi.

Ci ha colpito in particolare il fatto che ognuno di noi può "fare il suo pezzetto" ovvero dare il suo contributo a seconda delle sue capacità e possibilità.

Gli alunni della 5^ B con prof. Ssa Valeria Ghiorsi, prof. Dario De Bello e prof.ssa Patrizia Diliberto

Una forma innovativa di Alternanza Scuola-Lavoro per gli studenti del Caboto di S. Margherita

firma in comuneAlternanza Scuola-Lavoro, metodo didattico e di apprendimento sintonizzato con le esigenze del mondo esterno che da sempre occupa un posto significativo nel percorso scolastico dei nostri alunni.

Per sviluppare, insieme a due partner importanti, quali il Comune di Santa Margherita Ligure e Villa Durazzo, esperienze coerenti alle attitudini e alle passioni di ogni nostro alunno, la sede associata del Caboto ha firmato un protocollo d'intesa con la giunta comunale che prevede di aumentare le esperienze fuori aula degli studenti presso le strutture civiche cittadine.

A tal fine gli alunni di 2^ E e 3^ E stanno effettuando due corsi intensivi: uno  presso Villa Durazzo per apprendere l'organizzazione di eventi e uno presso il Comune per imparare l'amministrazione di una città.

La nostra scuola, in questo modo, diventa ancora di più artefice di un'efficace politica strutturale a favore della crescita e della formazione di nuove competenze, contro la disoccupazione e il disallineamento tra domanda e offerta nel mercato del lavoro, in modo che tutti gli studenti diventino protagonisti consapevoli delle scelte per il futuro.

Prof.sse Gina Chiappe e Patrizia Diliberto